Via Torino 23 95128 CATANIA
+39 350 063 2549
segreteria.nazionale@coiaiog.it

Il progetto Odontoiatria di Genere COI-AIOG presentato, insieme ai progetti FISM, al Ministero della Salute

Cenacolo Odontostomatologico Italiano

(Fonte: https://www.odontoiatria33.it/cronaca/23318/il-progetto-odontoiatria-di-genere-coi-aiog-presentato-insieme-ai-progetti-fism-al-ministero-della-salute.html)

L’iniziativa nell’ambito dell’evento organizzato dalla FISM per presentare progetti di Prevenzione delle Società Scientifiche affiliate

Alla presenza del Ministro della Salute, Prof. Orazio Schillaci, martedì 7 Marzo presso l’Auditorium del Ministero della Salute, organizzata dalla FISM -Federazione delle Società Medico Scientifiche Italiane- si è svolta la Conferenza Stampa di presentazione dei Progetti di Prevenzione delle Società Scientifiche affiliate. Nell’occasione il presidente FISM, prof. Loreto Gesualdo, ha inoltre consegnato al Ministro un  documento intersocietario che raccoglieva le iniziative in campo di Prevenzione e sensibilizzazione portate avanti da 50 delle circa 200 Società Scientifiche affiliate alla Fism.

Tra queste presente COI-AIOG, che ha presentato il Progetto dedicato all’ Odontoiatria di Genere a firma della sua Presidente Nazionale, dott.ssa Maria Grazia Cannarozzo.

Il Cenacolo Odontostomatologico, società scientifica accreditata con il Ministero della Salute, ha da sempre parlato il linguaggio della Prevenzione, concretizzandolo in varie iniziative in tutta Italia rivolte alla popolazione. La scelta è oggi parlare all’interno della Medicina di Genere, di Odontoiatria di Genere e di farlo in maniera fattiva perché, se ormai la Medicina di Genere è a pieno diritto una branca della Medicina, di Odontoiatria di genere, delle peculiarità delle patologie orali corredate anche a malattie sistemiche e alle diverse epoche del sistema endocrino delle donne, non si è mai parlato.  È un’iniziativa che si inquadra pienamente all’interno dei piani per l’applicazione e la diffusione della medicina di genere, in essere sia a livello regionale che nazionale, che promuovono l’appropriatezza e la personalizzazione dell’assistenza sanitaria.

Nell’Odontoiatria di Genere l’approccio alle cure odontoiatriche alle utenti/pazienti in ogni fascia di età (dalla pubertà alla post-menopausa) diventa personalizzato, per il miglioramento della salute parodontale e di tutte le patologie orali correlate alle diverse fasi del metabolismo endocrino dell’universo femminile. E’ inoltre urgente e indifferibile la necessità di focalizzare l’intervento odontoiatrico in modo organico, congiuntamente con altre specialità, favorendo la gestione della malattia nella sua interezza, evitando un non congruo frazionamento. In Odontoiatria di genere bisogna tener presenti non solo le differenze ormonali, ma anche gli eventi fisiologici specifici della donna e la presenza di una diversa sensibilità farmacologica.  Nel progetto, quello elaborato da COI-AIOG, in linea con la letteratura scientifica internazionale, vengono pertanto individuati nuovi percorsi assistenziali per migliorare il quadro clinico e la qualità di vita, in modo da prevenire ulteriori disabilità nella donna. A questo si aggiunge un intenso lavoro di ricerca clinica portato avanti in sinergia con la Società Scientifica SIOCMF , presidente prof. Enrico Gherlone  e la past president prof.ssa Antonella Polimeni, e con il CLOPD Università di Messina, presidente  prof. Giuseppe Lo Giudice e con il prof Sandro Rengo, Università Federico II di Napoli.

Ci proponiamo –dice la presidente Cannarozzo- attraverso nuovi modelli di comunicazione, di favorire l’informazione e la formazione del personale sanitario e della popolazione, per sensibilizzare alla necessità di corretti stili di vita per il mantenimento di una buona salute orale. Acquisire competenze in tema di conoscenza della fisiologia e fisiopatologia delle differenze, può solo avere come effetto un miglioramento sostanziale delle capacità di prevenzione e cura. Sono in essere iniziative di screening e prevenzione, per prevenire l’insorgenza di ulteriori patologie croniche a carico dell’apparato stomatognatico e le conseguenti aggiuntive complicanze nella contingenza delle patologie di carattere sistemico, che vedono una maggiore incidenza nel sesso femminile e in particolari periodi della vita.

Il progetto Odontoiatria di genere, è già realtà a Catania, grazie a un accordo tra COI AIOG e l’Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania. L’accordo siglato lo scorso Luglio tra il Presidente Nazionale dott.ssa Maria Grazia Cannarozzo e il Direttore Generale dell’Azienda dott. Salvatore Giuffrida, vede per la prima volta in assoluto il servizio di odontoiatria pubblica diretto dal  dott.  G. Cariotti, con un Ambulatorio dedicato, occuparsi in maniera specifica della salute orale delle donne in sinergia con una Società scientifica in una prospettiva di multidisciplinareità con le diverse unità operative .Secondo quanto riportato nel PNC è infatti auspicabile promuovere forme di collaborazione professionale intra ed extra ospedaliere, finalizzate al miglioramento dell’assistenza, nell’obiettivo della tutela della salute generale.

CHIUDI
CHIUDI
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: